sabato 10 marzo 2012

seconda puntata ...


lo scoramento che quotidianamente mi prende ogni volta che vedo sul ripiano della cucina la sfilza di scatolette di medicine (questa è mia, pure questa, questa è dello sposo, questa e quella della stronza - ossia la jena del post precedente - mentre questa è di Emma, come diamine farò a darle tutte quelle compresse senza finire affettata non lo so) mi ha ricordato un vecchio classico che gira da tempo in rete.
visto che alcune persone ancora non lo conoscono e che a me fa ridacchiare ogni volta, ve lo propongo.
non fatevi ingannare dal tono semifaceto ... è tutto vero!
titolo: Come dare una pillola al gatto
1. Prendi il gatto e sistematelo in grembo, tenendolo col braccio sinistro come se fosse un neonato. Posiziona pollice e indice sui rispettivi lati della bocca del gatto ed esercita una pressione delicata ma decisa finché il gatto apre la bocca. Quindi posiziona la pillola in bocca. Consenti al gatto di chiudere la bocca, tienila chiusa e con la mano destra massaggia la gola per aiutare la deglutizione.
2. Cerca la pillola in terra, recupera il gatto da dietro il divano e ripeti il punto n. 1.
3. Recupera il gatto dalla camera da letto e butta la pillola ormai molliccia.
4. Prendi una nuova pillola dalla confezione, sistema il gatto in grembo tenendo stavolta le zampe anteriori ben salde nella mano sinistra. Forza l'apertura delle fauci e spingi la pillola in gola con il dito indice della mano destra. Serragli la bocca e conta fino a dieci.
5. Recupera la pillola dalla boccia del pesce rosso e cerca il gatto nell’armadio. Chiama tuo marito perché ti aiuti.
6. Inginocchiati a terra con il gatto ben incastrato tra le gambe, tieni ben salde le zampe anteriori e posteriori. Ignora il leggero ringhiare del gatto. Chiedi a tuo marito di tenere ben salda la testa del gatto con una mano mentre inserisce un abbassalingua in bocca. Lascia scivolare la pillola sull’abbassalingua, toglilo e sfrega vigorosamente la gola del gatto.
7. Convinci il gatto a scendere dalle tende. Annota di farle riparare. Spazza con attenzione i cocci di statuine e vasi rotti cercando di trovare la pillola. Metti da parte i cocci con la nota di re-incollarli più tardi e prendi un'altra pillola dalla confezione.
8. Avvolgi il gatto in un lenzuolo e chiedi a tuo marito di tenerlo fermo usando il proprio corpo in modo che esca solo la testa. Sciogli la pillola in un po’ d’acqua, forza l'apertura delle fauci del gatto e usando una cannuccia soffia il liquido in bocca al gatto.
9. Leggi il bugiardino del farmaco per controllare che non sia dannoso per gli esseri umani. Bevi un succo di frutta per mandare via il saporaccio. Disinfetta il braccio di tuo marito e lava il sangue dal tappeto usando acqua fredda e sapone.
10. Recupera il gatto dal garage dei vicini. Prendi un'altra pillola. Incastra il gatto nell'anta dell'armadio in modo che esca solo la testa. Forza l'apertura delle fauci con un cucchiaino. Ficcagli la pillola in gola usando un elastico a mo' di fionda.
11. Cerca un cacciavite nella cassetta degli attrezzi e rimetti a posto l'anta dell'armadio. Medicati la faccia e controlla la data dell'ultima antitetanica. Butta la maglietta e indossane una pulita e intatta.
12. Telefona ai pompieri per recuperare il gatto dall'albero sull’altra parte della via. Chiedi scusa al vicino di casa che rincasando ha sbandato e ha fracassato la macchina contro il muro per evitare di investire il gatto impazzito che attraversava la strada di corsa. Prendi l'ultima pillola dalla confezione.
13. Lega le zampe anteriori e le zampe posteriori del gatto con un corda ed ancoralo al piede del tavolo. Cerca i guanti da lavoro e indossali. Inserisci la pillola nella bocca del gatto facendola seguire da un grosso pezzo di filetto di manzo. Tieni la testa del gatto in posizione verticale e versagli in gola 2 bicchieri di acqua in modo da assicurarti che abbia ingoiato la pillola.
14. Chiedi a tuo marito di portarti al pronto soccorso, resta seduta pazientemente mentre i dottori ti ricuciono le dita alla mano ed estraggono i frammenti di pillola dall'occhio destro. Sulla strada per tornare a casa fermati al primo negozio di arredamento per comprare un nuovo tavolo.
15. Telefona alla Protezione Animali per chiedere se possono prendersi cura di un gatto mutante. Telefona al più vicino negozio di animali per vedere se vendono criceti.

20 commenti:

Soffio ha detto...

condivido e sperimentato tutto

danis ha detto...

Infatti la nostra Mascia è morta
...

Linda ha detto...

Fantastico!! :))Un po' meno, nella realtà, vero?;)
Quando tocca ai miei, mentre con uno va sempre tutto liscio, con l'altro,-quello con unghie affilatissime- riporto sempre ferite da taglio in tutto il corpo, ovunque, dunque ti capisco bene!

pyperita ha detto...

Sapessi come è facile far prendere le medicine ai cani :)

Athenaromana ha detto...

ma ai gatti si possono mettere le supposte????

Athenaromana

Athenaromana ha detto...

ah, naturalmente bentrovata!

leggerevolare ha detto...

ohh signore quanto ho riso...

io le pasticche comunque le sbriciolo e le metto in pochissima pappa - tipo pesce bollito di cui la mia micia ne va matta!!

certo non oserei mai ficcargliele in bocca... mi sbranerebbe!!!

Renata_ontanoverde ha detto...

Ho avuto lo stesso problema con la mia Mucia: se le davo l'antibiotico si scatenava a belva, se invece le davo l'omeopatico, lo ingeriva con resistenza, la riuscivamo a mandarlo giù.

Noi riducevamo la pastiglia in polvere, aggiungevamo un po' d'acqua e la mettevamo in una siringa da insulina, senza l'ago e iniettavamo il liquido in bocca in un secondo ingurgita e non lo vomita!

Il gatto percepisce quando la medicina è uno schifo chimico.
Al gatto bisogna parlare per convincerlo che è per il suo bene.
Se rifiuta lo stesso il medicamento, avete provato a "mettergli la camicia di forza"??

Io non l'ho mai provato, ma la mia amica gattara, mi ha consigliato di arrotolare la belva in un asciugamano ben stretto, lasciandoli solo la testa libera...
auguri ;)

yetbutaname ha detto...

son gatti amari
ciao, buona domenica

antonypoe ha detto...

riesco a sorridere solo fino alla 3

Aluya ha detto...

Mai avuto gatti. Forse per questo che ho riso fino alle lacrime??
Auguri col felino.
Lamps.
Aluya

gattarandagia ha detto...

@soffio, se lo racconti a chi non ha gatti, non ci crede! eppure ...
@danis cara, le bestiole patiscono a volte malanni di cui non ci possono parlare e che intuiamo solo quando è già tardi. Tu ed il tuo sposo avrete sicuramente fatto tutto quello che potevate, ma a volte non basta a salvare quelle vite così preziose e fragili. Fatti cuore.
@linda, almeno con uno va bene ...
@pyp, certo, lo so: si avvolge la pasticca in qualsiasi cosa edibile e si offre. Il cane inghiotte senza manco annusare! (plebaglia!)
@athe', bentornata!!!! si sentiva la tua mancanza, grazie ;-P
@leggerevolare, toh ... parrebbe un cane! (il problema è quando la pillola deve essere inghiottita a digiuno mezz'ora prima dei pasti)
@renata, uno dei farmaci è omeopatico (figurati il mio scetticismo: io sono per l'allopatia!), proprio quello per la jena, ma a quanto pare lei non si accorge della differenza!
@yet, amarissimi ...
@antony, vabbé ... ci abbiamo provato
@aluya, certo! altrimenti avresti annuito costernata ad ogni paragrafo

Massenzio ha detto...

Non capisco se ho le lacrime agli occhi per il ridere o se per il pianto ricordando tutte le traversie che passo quando la Penny (ma per me ci hanno fregato, ci hanno appioppato un puma nano, anzichè un gatto...)è "da medicina". Coraggio, dai: pare che il tetano non sia automatico....

gattasorniona ha detto...

Meraviglioso, non lo conoscevo! ciao Gatta! :)

gattarandagia ha detto...

@gatta, :-))
@massenzio, il tetano non mi spaventa, sono vaccinatissima! sono le 20 lame affilate sguainate contro di me ad impensierirmi ...

Lella ha detto...

Troppo forte questo tuo post!
Ti capisco, perchè ho un gatto...

gattarandagia ha detto...

@lella, grazie. Aveva un gatto anche chi si è inventato questo elenco! ;-)

Paolo ha detto...

Ho provato UNA volta. Poi, o chiamo il veterinario ( nei casi gravissimi ) o porto il gatto dal luminare ( nei casi gravi ) o niente pillole, siringhe per bocca e dispositivi vari inventati da chi non ha mai conosciuto gatti. Ah, dimenticavo: i tentativi di ingannare la belva mischiando la pasticca a-gambero, salciccia, macinato di carne,polpa di pesce. Falliti. Anche perchè gli imbecilli che producono pasticche per gatti le fanno odorose. E dunque:VIVA I GATTI! E' per quanto ho scritto che mi piacciono....

Renata_ontanoverde ha detto...

come va con i mici ???? e soprattutto come va con te ???? ;)

gattarandagia ha detto...

@renata, il ciccione ha perso due etti ed acquistato per sempre la mia solidarietà: anche io faccio la fame per miserrimi risultati! le altre due stanno come sempre, ma mi guatano aspettando la fregatura.
@paolo, i gatti sono esseri superiori! ;-)