giovedì 1 marzo 2012

essere o non essere?


in merito ad un'antica e mai composta questione, sto scoprendo moltissima letteratura! il dibattito se sia meglio il sesso o il cibo rimane ancora aperto: si può talvolta essere costretti a scegliere tra l'uno e l'altro, altre volte ad accontentarsi dell'uno o dell'altro, spesso a rimpiangere ambedue, ma sui mille e millanta modi di abbinare i due maggiori piaceri della vita (poche storie... cosa c'è di meglio dei due? non dite un buon libro perché profuma di menzogna lontano un chilometro!) si sono allenate diverse intelligenze.
una chicca di Sherazade Gratin:

Sesso, solo a digiuno
Sola, a digiuno di sesso
Digiuna, solo sesso
Digiuno, sesso da sola
Che sòla.

il fotogramma tratto da "la grande abbuffata" di Marco Ferreri è stato catturato qui. Grazie. Facciamoci del male.
.

20 commenti:

Linda ha detto...

Va bene il sesso, va bene il cibo. Ma oltre queste due (ottime) cose c'è un mondo da scoprire!!
Una vita solo sesso e/o solo cibo sarebbe una palla pazzesca.

pyperita ha detto...

Sono d'accordo con Linda.

gattarandagia ha detto...

beh, ci sono i libri che parlano di sesso e di cibo!

antonypoe ha detto...

un buon libro sta sicuramente alla pari, per me. ma ce ne sono diversi di piaceri in grado di soddisfarmi molto e altrettanto. ciao

leggerevolare ha detto...

o signore che dilemma!!!
mi hai fatto sorridere ma nel vero adesso certo di essere seria e trovare una risposta dentro di me:
- sarebbe il massimo buon cibo ed eros
il sesso è un'altra cosa... e non ha niente a che vedere con il cibo

dico che essendo in astinenza da tanto e comunque mangiando abbastanza e ogni tanto anche bene mi manca di più l'eros - quello auto non vale immagino -
anche se dico sempre che il piacere è una predisposizione mentale ed è praticamente in tutte le cose, basta volerlo, vederlo e sentirlo.

In attesa che arrivi altro, un bel libro e la gatta va pur bene, e magari un bel piatto di spaghetti al dente, pomodoro e basilico

P.S.: se si potesse vorrei tanto che ci fossero posti dove poter pagare per fare sesso e scegliere di divertirsi un po'... non sono una tipa da bar o da discoteca e a parte i soliti colleghi sposati che sono sempre infoiati e ci provano come matti soprattutto se sei single, per il resto c'è solo da piangere... gay e bisex a parte

yetbutaname ha detto...

cucino personalmente e mi piace quello che mangio
sono sposata da quasi quarant'anni e mi trovo bene
senza libri m'intristisco ma ne ho tanti che qualcosa da rileggere non manca mai
sono una persona fortunata
ciao gattabella

leira ha detto...

...ennnò! da te proprio non me l'aspettavo l'ennesima versione binaria sì- no, buono-cattivo, meglio -peggio, etc etc.!!! Che come più volte ha fatto rilevare l'amico comune del fiume blù, scegliere tra Beatles e Rollingstones è solo farsi del male!!! ;)) (ed è una metafora, perché nel caso non avrei dubbi nel scegliere i Beatles :D)
A proposito di cibo (buono) e sesso (idem), invece li vedo addirittura come uno propedeutico dell'altro...in libera preferenza di successione a seconda delle variabili del momento... Addirittura poi godibilissimo il mischiare e condividere i due piaceri in un un tutt'uno (di cui taccio le possibili fantasie per non vantare copyright sicuramente non esclusivi) che amavo definire per allegra sintesi "far le briciole nel letto" :D
E, che, estensibile pure, alla lettura condivisa (con uso anche multiplo dei libri...), il collegamento della musica con i sensi e l'anima (il più, credo, scontato come pratica comune) e alla stimolazione dell'olfatto con lo stesso fine...uhmmm... credo che venderei l'anima al diavolo per poter vivere ancora situazioni così!!!
Ti basta come come commento?
Ma no, rileggendo, vedo tu parli di "accontentarsi"....
Ebbene il sesso non mi ha MAI accontentato se non fatto così, con la partecipazione di TUTTI i sensi (letterali e traslati) (...e anche per masturbarsi è necessario fantasticare).
Tutto il resto è ....verrebbe da dire "silenzio" per attenersi alla tua citazione shakespeariana ;) ...ma dirò solo, 'surrogato'...quando si è soli.
P.S. Il "buon libro" non pertiene comunque alla sfera dei sensi e perciò la comparazione sarebbe in ogni modo illecita!

giovanotta ha detto...

il dilemma non lo vedo, sono due cose ..ahem.. diverse! :)
tant'è -banalizzo- che si può vivere senza sesso, ma non si può vivere senza mangiare
intesi come piaceri, per me non c'è partita, scelgo il sesso
(anche perché sono una pessima cuoca e di uomini che sappiano cucinare bene non ne conosco molti ;)
ciao

Rear Window ha detto...

Mah... per me è un dibattito che non si pone, anche perchè io non amo il cibo così tanto... per me, più del cibo ci sono altre cose: un buon film, un bel viaggio, una buona lettura, una grande canzone...

stefanomassa ha detto...

ciao gatta ma te eri anche su splinder no? un salutone stef

stefanomassa ha detto...

cmq che forza sto bloggghe!

gattarandagia ha detto...

@stefano, ebbene si, maledetto Carter ... ciao, Ste', ben arrivato e grazie!
@rear, ma che mi tocca leggere? non ti piace mangiare ... pazzesco!
@giovanotta, di piaceri infatti si trattava, mere passioni della carne!
narratur che ai miei fidanzati facevo due vitali domande: ti piacciono i gatti? sai cucinare?
@leira, non è una contrapposizione! piuttosto una gerarchia ;-)
@yet, si, una donna che si è saputa costruire bene la sua fortuna
@leggerevolare, con la tua postilla m'hai fatto cappottare! perfettamente in linea con l'intenzione leggera del post.
@antony, fermo restando che pensavo a quelle necessità animali che sappiamo trasformare in arte e divertimento, io, donna semplice, ne ho individuato due fondamentali e totalizzanti ... sarei curiosa di conoscere i tuoi diversi e molto soddisfacenti piaceri in tal senso. ;-P

Renata_ontanoverde ha detto...

spero proprio di si! che ci sia più del sesso e del cibo. Oltre al libro già citato, il gioco, il mare, il sole, i fiori, e tantissime altre cose che possono dare quella sensazione di pace e di serenità, di gioia.

I figli e l'amore sono un capitolo a parte: perché son gioie e dolori! ;)

gattarandagia ha detto...

@renata, oddio ... ci sono tantissime cose che danno pace e serenità, compreso un bel sonno! e credimi, da insonne, non scherzo affatto!
ma il piacere è un'altra cosa ...

Rear Window ha detto...

Non ho detto che non mi piace mangiare, ma è una cosa che non ho mai vissuto, nè sentito come uno dei piaceri sommi della vita... non mi sognerei mai di paragonarla al sesso, ecco... e l'idea di andarmene al cinema a vedere un bel film mi attrae decisamente di più di quella di andare al ristorante...

danis ha detto...

I paragoni sono concepibili tra categorie analoghe, altrimenti potremmo dire di una partita di calcio o un bicchiere d'acqua nel deserto. Anche per me le due cose possono espandersi e consumarsi nello stesso tempo. Quando una persona piace si dice "ti mangerei".Un erotico desiderio antropofagico.

gattarandagia ha detto...

@rear, si, ho capito ... mangi distrattamente!!! ;-P
@danis, gnam gnam! giustissimo!

Paolo ha detto...

Beh, buon cibo in compagnia, prima o anche dopo.
Cucinato all'istante/ persino durante...
Non limitiamo tapini/ certi eventi divini.
non è poi così certo/ che prosegua il concerto.
Vieni o mia compagna/ che sforno la lasagna
e se sarai invogliata/ vada avanti la giornata
senza fretta / senza requie
scende presto / la gran quiete...

antonypoe ha detto...

cibo e sesso coinvolgono tutti e 5 i sensi. parlerei di piacere più che di divertimento. traggo piacere anche da altre attività che sembrano meno coinvolgenti in questa prospettiva e più specificamente indirizzate in apparenza a soddisfarne solo taluni: vista, udito, ecc.
poi amo anche attività mentali ed evocative: leggere, parlare, scrivere, pensare. con l'occasione t'informo che ho risposto, seppur in ritardo, al commento al post "coppia". buona giornata

gattarandagia ha detto...

@antony, il piacere elevato ad arte! che se poi vai a vedere bene funziona così un po' per tutto.
@paolo, grandi applausi, una ola! in un'altra vita ti farò una corte spietata.
in questa no, siamo ambedue già impegnati ;-)